arcipelago-toscano-isola-di-montecristo-p5wbvygv8ngbhha7sr2r28pgib8j6763m7cm1nsgfc Arcipelago Toscano e le 7 sorelle

Arcipelago Toscano e le 7 sorelle

La nascita dell’Arcipelago Toscano

Le isole dell’Arcipelago toscano sono costituite da vari tipi di rocce: magmatiche, sia intrusive (graniti, porfidi granitici e filoni aplitici) che effusive (basalti e rioliti), sedimentarie (calcari, arenarie ecc.), metamorfiche (filladi, gneiss, marmi ecc.) oltre ai famosi ammassi di minerali ferriferi della zona orientale dell’isola d’Elba. Queste rocce mostrano aspetti particolari che le ricollegano alle loro svariate e lontane zone di origine, dandoci la prova tangibile dei movimenti ed accavallamenti che hanno permesso la nascita dell’Arcipelago toscano.

Possiamo far coincidere l’inizio della storia dell’Arcipelago con quel periodo geologico che prende il nome di Triassico (230 – 240 milioni di anni fa), anche se in realtà le rocce metamorfiche che costituiscono la penisola del Calamita, all’isola d’Elba, sono un frammento di continente africano datato circa 570 milioni di anni. In seguito a movimenti divergenti, interni al globo terrestre, la litosfera subì un progressivo assottigliamento fino a giungere alla rottura, che definì la formazione di due grosse placche: la proto-europea e la proto-africana con al centro un mare: la Tetide, lontano antenato del Mediterraneo.

La complessa interazione tra queste due masse, con l’alternarsi di moti divergenti e convergenti, portò alla nascita, prima, delle Alpi e, poi, dell’Appennino settentrionale al quale è strettamente legata la nascita delle isole dell’Arcipelago toscano. Negli ultimi 10 milioni di anni, contemporaneamente ad un periodo di eventi distensivi, ad una profondità indicativa di circa 20 – 30 Km, si verificarono dei fenomeni di fusione di alcune rocce ed i magmi, da esse derivati, risalirono verso la superficie.

Questi magmi, fuoriuscendo, portarono ad una serie di eruzioni vulcaniche che formarono la struttura basale dell’isola di Capraia (tra 9 e 4,5 milioni di anni fa). In altri casi, i magmi restarono intrappolati ad una certa profondità all’interno della crosta terrestre, dove raffreddandosi lentamente, originarono i corpi granitici che affiorano attualmente: comprensorio del Monte Capanne (Elba), isola di Montecristo ed isola del Giglio. In associazione a questi eventi magmatici, si svilupparono notevoli fenomeni metamorfici che interessarono formazioni rocciose preesistenti e portarono alla configurazione attuale dell’isola di Gorgona….

Leggi tutto l’articolo
Fonte del testo: https://www.islepark.it/conoscere-il-parco/nascita-arcipelago-toscano